DIGI.blog

Notizie, curiosità e consigli sul mondo del web, mobile e tecnologico.

Quale social network utilizzare per la propria azienda: FACEBOOK

3 Ottobre 2019

Facebook è stato uno dei primi social network, ma più che essere il primo social network è quello che sta durando da più tempo, con continue introduzioni di aggiornamenti e possibilità di condividere contenuti.
Dare una statistica certa di quanti utenti utilizzino il social creato da Mark Zuckerberg è molto difficile. O meglio, qualsiasi statistica venga analizzata nel giro di qualche mese subirà sicuramente dei cambiamenti nei mesi successivi.
Gli utenti attivi su Facebook sono 2,2 miliardi e sono in continua crescita nonostante sia stato registrato un leggero calo (soprattutto in Europa) nel secondo trimestre del 2018.

Concentriamoci ora sull’ utenza italiana.

Utenti italiani

In totale gli italiani iscritti a Facebook sono circa 31 milioni e la quasi totalità di essi naviga tramite l’utilizzo del proprio smartphone. Ormai quasi un italiano su due ha un proprio profilo attraverso cui si connette al social network. Ma questi 31 milioni di italiani chi sono? Fanno tutti parte della generazione dei Millennials? Tutti under 25? Uomini? Donne? Cerchiamo di rispondere e di trarre delle conclusioni che possano essere efficaci per poter approcciarci a livello di advertising a questa piattaforma.

Ultimi dati

Il pubblico presente su Facebook è composto in percentuale abbastanza simile da uomini e donne, ma ciò che salta immediatamente all’ occhio guardando i dati è che tra gli utenti la percentuale di giovani è davvero bassa e sempre più in calo. Più dl 50% degli utenti supera i 35 anni. C’è da preoccuparsi? Assolutamente no. Facebook ormai non è più considerata come prima piattaforma social dai giovani (più inclini ad utilizzare nuove piattaforme come Instagram o Snapchat).

Vuol dire che i giovani si stanno dis- iscrivendo da Facebook? In alcuni casi si, in altri semplicemente non effettuano un accesso al proprio profilo da più di un mese e quindi le statistiche leggono quel profilo come inattivo. 
Il calo dell’età media degli utenti di Facebook è dovuto principalmente alla maggior attrattività che gli altri social (Instagram in primis) hanno. Semplicemente i più giovani stanno piano piano migrando su piattaforme che offrono contenuti di più loro interesse.

Le aziende

Quindi le aziende come devono muoversi su Facebook per ottenere visibilità?
Sicuramente la prima mossa è valutare il target di riferimento. Se vogliamo vendere una nuova collezione di magliette street-wear Facebook non fa al caso nostro, ma se il nostro target ha un’età maggiore ai 30 anni possiamo concentrarci sul social network dall’ icona blu.
Come? Beh, se non si ha a disposizione sul momento abbastanza budget per iniziare una campagna advertising sicuramente si può iniziare creando una propria pagina aziendale ed iniziare a condividere contenuti in base alla propria attività. Sei un ristornate? Mostra i piatti che cucini, come il tuo staff lavora e prepara la sala, dove acquisti gli ingredienti di qualità. Produci oggetti fatti a mano per la casa? Fai vedere i dettagli dei tuoi lavori, la tua passione, racconta la tua storia.
L’utente vuole sapere cosa c’è dietro al prodotto che acquista, non vuole più semplicemente acquistare.
Facebook si presta bene per questo tipo di contenuti perché permette all’ azienda di condividere foto, di inserire collegamenti al proprio sito internet, mostrare video oppure condividere articoli.

Pubblicità

Se si ha anche a disposizione un budget è possibile realizzare campagne di advertising andando a selezionare nel dettaglio il pubblico a cui verrà mostrata l’inserzione. Si possono scegliere il sesso, le fasce di età, la zona (addirittura selezionare anche un solo comune), la lingua e gli interessi che il tuo target potrebbe avere e a cui potrebbe essere interessante mostrare l’inserzione. Insomma grazie alla piattaforma di Facebook Business Manager è possibile raggiungere esattamente il tuo target di riferimento.

Facebook è dunque il social network adatto per tutte quelle aziende che hanno un target di clienti che supera l’età dei 25-30 anni a cui interessa vedere la realtà quotidiana dell’azienda: come lavora, che materiali usa, come sono fatti i prodotti che vende. Iniziare una strategia di comunicazione su questo social network è sicuramente un’ottima mossa purché ci si ricordi sempre di avere costanza nel pubblicare contenuti di qualità pertinenti al proprio business e che non ci si aspetti che da un giorno all’ altro i followers e le interazioni abbiano numeri assolutamente giganteschi. Se vuoi che la tua pagina abbia successo e che si rifletta sulla tua azienda va curata, in ogni minimo dettaglio. Costantemente.

E tu sai qual è il social network giusto per la tua azienda?

Facebook, Instagram o LinkedIn? Analizziamo insieme il tuo target e decidiamo la strategia migliore